AnnoZero, dai fasci a Santoro

Che l’«Anno Zero» segnasse l’inizio della Rivoluzione dei Khmer rossi in Cambogia, passa. Che però fosse anche il periodico clandestino espressione di Ordine nuovo, suona quantomeno surreale. Già, perché la trasmissione di Raidue che riunisce Michele Santoro, Marco Travaglio e Vauro e che fustiga il centrodestra si chiama come il foglio del movimento neofascista degli Anni di piombo. Alla faccia degli estremi che si toccano. Se poi si va a cercare, si trova che «Year Zero» è anche il titolo di un album dei Nine Inch Nails, gruppo rock anti-imperialista. Poi c’è Radio Zero che trasmette dal Cile e «Zero», la rivista dei gay spagnoli. Insomma, in fondo questo Zero qualcosa di sinistra la dice. No, Renato, non si parlava di te...