ANOPLOPHORA

«Tarlo asiatico» è il nome comune del coleottero Anoplophora chinensis malasiaca, un insetto originario dell’Estremo Oriente avvistato per la prima volta in Italia nel 2000. Lungo tra i 2 e i 4 cm, nero con macchie bianche e lunghe antenne, è stato responsabile di un vero e proprio disastro ambientale nell’alta Lombardia. Sono oltre 18mila gli alberi attaccati e distrutti dal tarlo. L’insetto scava cunicoli nel legno per anni, permettendo a microrganismi e muffe di penetrare, facendo marcire la pianta fin dalle radici. Colpisce oltre 50 specie di piante, tra cui aceri, ippocastani, betulle, platani, meli, pioppi e soprattutto agrumi. Il «contagio» botanico ha toccato anche Roma, dove cominciano a venire abbattuti i primi alberi. Per debellarlo sono stati investiti oltre 17 milioni di euro.