Ansaldo «lascia» Confindustria: progetto interrotto

Tensione palpabile, nonostante le smentite formali, in Confindustria Genova, dopo la nomina di Massimo Sola a direttore generale dell’associazione, una nomina, voluta direttamente dal presidente Adriano Calvini, che ha lasciato l’amaro in bocca a Finmeccanica: è quanto fanno pensare le dimissioni di Giuseppe Zampini, amministratore delegato di Ansaldo Energia (controllata di Finmeccanica), e di altri colleghi del gruppo di aerospazio e difesa dagli incarichi in Confindustria Genova. Zampini dichiara che le dimissioni «non nascono da problematiche inerenti impegni personali, né sono un gesto di ripicca di fronte a decisioni non condivise, ma vogliono significare la conclusione temporanea di un “progetto“ che voleva rinsaldare una visione strategica del ruolo di un grande Gruppo come Finmeccanica sul territorio ligure. Il progetto - assicura comunque l’amministratore delegato - non sarà compromesso». La replica di Confindustria Genova non si fa attendere: «Esprimiamo profondo rammarico per le dimissioni, ma siamo lieti di apprendere che il progetto di Finmeccanica non sarà compromesso. Vogliamo ribadire che i presupposti che avevano portato a offrire il ruolo di vice presidente dell’Associazione a un manager di Finmeccanica non sono mai venuti meno e che il nostro auspicio è poter nuovamente contare in tempi brevi su una presenza forte del Gruppo nei nostri organi associativi».