Antiqua mostra i suoi tesori alla Fiera

Il Salone Nautico di Genova sarà presto replicato in India e in Sudamerica. Lo ha annunciato il presidente della Fiera di Genova, Paolo Lombardi, ieri mattina a margine della presentazione di Antiqua, mostra di antiquariato in programma nel quartiere fieristico genovese  dal 26 gennaio al 3 febbraio.
«Il Nautico, ovviamente,  rimane a Genova - ha spiegato Lombardi - e sarà potenziato, ma stiamo lavorando, in collaborazione con Ucina (associazione delle aziende del settore) e con l’appoggio di Ice e ministero del Commercio estero, per realizzarne edizioni fuori d’Italia. Intendiamo mettere a frutto la notorietà ottenuta dal marchio e dagli enti organizzatori per ottenere due obiettivi: incassi dalle manifestazioni e nuovi espositori a Genova, provenienti da mercati finora poco presenti al Salone. Puntiamo, al momento, su Sud America e India. Nei prossimi giorni - ha aggiunto - incontreremo una delegazione di operatori indiani che lavorano nell’importazione del made in Italy. Contiamo di realizzare la prima edizione estera del Nautico per il prossimo anno». 
Tornando al presente, cioè Antiqua, la rassegna propone nove giorni di alto antiquariato con settanta espositori altamente qualificati e una vera chicca: come mostra collaterale sarà infatti presentata una rara esposizione di porcellane Compagnia delle Indie, antiche porcellane cinesi realizzate appositamente per i paesi europei tra il XVI e il XVIII secolo.
L’appuntamento con l’antiquariato di alta epoca, in programma dal 26 gennaio al 3 febbraio, è alla sua quattordicesima edizione. Selezionatissime le presenze, fra cui spiccano prestigiosi nomi italiani e stranieri. L’elegante percorso della mostra si snoderà tra dipinti, mobili di valore storico e artistico, tappeti, gioielli ricercati, orologi da collezione e argenteria pregiata. E ancora stampe, vetri, ceramiche e maioliche, pizzi e tessuti ricamati.