Antitrust Poca concorrenza Costa l’1,5% del Pil

Esordio impegnativo per il neo ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani. Si troverà sul tavolo il dossier «Concorrenza», la legge che secondo il presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà, «è in forte ritardo». Nel corso di un convegno svoltosi a Montecitorio, Catricalà ha aggiunto: «È ora di farla e, soprattutto, di farla arrivare quanto meno all’attenzione del Parlamento». Un richiamo subito ammorbidito: «Già la prossima settimana potrei avere un incontro con il ministro dello Sviluppo economico. Spero che prima di Natale la legge arrivi in Parlamento». Quindi il presidente dell’Antitrust ha parlato di «zavorre» che pesano, soprattutto a livello locale sulla concorrenza. E che hanno «un costo enorme in termini di mancata crescita, pari a circa l’1,5% del Pil». Catricalà, conti alla mano, ha poi spiegato che «in soldoni si tratta di almeno 18 miliardi di euro l’anno». Per Catricalà, quindi, bisogna procedere «con urgenza», tanto più che le liberalizzazioni «portano vantaggi a tutti i consumatori».