Antitrust Ue: SkyTeam pronta a cedere «slot»

da Milano

SkyTeam (l’alleanza di cui fanno parte Alitalia, Aeromexico, Csa, Delta, Klm, Korean Air, Northwest Airlines, Air France, Continental e Aeroflot) è pronta a cedere una serie di slot nell’ambito delle trattative in corso per ottenere la cosiddetta «Antitrust immunity». Si tratta di undici rotte, tra le quali Milano-New York, Milano-Praga, Roma-Atlanta e Roma-Praga. L’«immunità» ha lo scopo di poter esprimere alla massima potenza le sinergie di prezzi e orari tra tutte le compagnie che appartengono all’alleanza; sinergie che altrimenti violerebbero le norme sulla concorrenza, risultando quindi sanzionabili. SkyTeam, fondata nel 2000 (Alitalia vi appartiene dal 2001), ha già visto respinte un paio di volte le proprie richieste alla Concorrenza europea, e ora sembra sulla buona strada, grazie alla proposta di cedere slot (prassi equilibratrice tecnicamente chiamata «rimedio») che, secondo le norme, andranno a vettori nuovi entranti. La richiesta d’indennità è parallela in Europa e negli Usa; qui la fase è molto più avanzata, e ci si aspetta che accelerino anche le autorizzazioni da Bruxelles. Già esistono indennità «bilaterali», negoziate da coppie di compagnie europee e statunitensi (il caso di Alitalia e Air France con Continental e Delta), accordate dalle rispettive autorità; ora SkyTeam punta a un’«immunity» globale, per valorizzare la grande massa di offerta di cui dispone (15.100 voli giornalieri verso 791 destinazioni in 162 Paesi).
Frattanto, i numeri di Alitalia continuano a peggiorare. A settembre i passeggeri sono diminuiti dello 0,4%, le merci dello 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2006.