Antognoni: «I Della Valle non mi hanno mai voluto»

Giancarlo Antognoni non metterà più piede nello stadio di Firenze, il «suo» stadio. Lo storico capitano viola è sempre nei cuori dei tifosi fiorentini. Meno affettuosi, anzi pessimi, sembrano i rapporti con la società. Il campione del mondo dell’82 si dice «molto amareggiato» ma anche arrabbiato, al punto da annunciare che all’«Artemio Franchi» non si presenterà più, «per evitare di incontrare persone che non voglio vedere».
Su Facebook il neo-responsabile della comunicazione viola, Gianfranco Teotino, dopo il rientro in società di Vincenzo Guerini, ha risposto a un tifoso che la Fiorentina non aveva preso Antognoni a causa degli «sgarbi» da lui fatti in passato. «Ma come si permette?» risponde Antognoni, «quali sgarbi?». Poi su Teotino aggiunge: «Un signore che fino a ieri ha parlato male della Fiorentina, soprattutto in occasione di Calciopoli».
Da tempo si parlava di un possibile rientro nella Fiorentina di Antognoni, che oggi è coordinatore delle squadre giovanili della Federazione. Il rientro però non si è mai concretizzato, neppure dopo l’«Antognoni day» del 4 marzo, quando l’amore per l’indimenticato capitano degli anni Ottanta portò al Pala Mandela oltre 6mila tifosi. C’erano anche rappresentanti della società, ma non i Della Valle. «Oggi ho la certezza che non mi hanno mai voluto - spiega Antognoni, che con la maglia viola esordì nel 1972 in Serie A -. Con questa proprietà non si entra, ormai è un dato acclarato, ampiamente dimostrato dagli eventi».