Antonacci, tra ballate e rock’n roll

Scrive da sempre per urgenza e per autoterapia. Ed è molto prolifico. Oltreché di successo. Oggi più che mai Biagio Antonacci sembra godere di una libertà artistica senza precedenti. Vicky love, l'ultimo album, tra i best seller del 2007, racconta che il cantautore dell'amore di Rozzano non è mai stato tanto tonico. Da qui la scelta di scrivere di getto un disco infischiandosene delle mode e delle leggi radiofoniche. Allora, perché stupirsi di una ballata romantica in salsa gitana o, ancora, di un inno anti-mobbing a suon di rock'n'roll?
In materia di concerti, poi, Antonacci è garanzia di tutto esaurito. O quasi. Il 30 giugno scorso 60mila fan in delirio riempirono San Siro. Ora Biagio conta di sbancare anche il DatchForum di Assago. Ad ammirarlo nei due concerti inseriti nella seconda parte del Vicky love Tour occorreranno non meno di 20mila spettatori. «Ormai Internet, fagocita tutto. Per fortuna la musica live non è scaricabile», si è lasciato andare il cantautore, di cui uscirà a fine mese il libro Se ami devi andare forte: riflessioni sulla donna, sulla sua visione dell’amore e, più in generale, della vita. La novità del suo giro d’Italia viene dall'urlometro: «I concerti li faccio per me, ma anche per il pubblico - ha confidato -. E mi pace interpretare quello che la gente chiede. Per questo, a un certo punto dello spettacolo, inizierà una piccola parte con canzoni a richiesta. Sul megaschermo compariranno due titoli e il pubblico potrà scegliere, urlando, quale preferisce ascoltare».
Biagio Antonacci
stasera e domani, ore 21
Datchforum, Assago
tel. 02-4805731