Antonini scippato del Rolex col trucco dello specchietto

Speriamo che con gli attaccanti sia più malizioso e riesca a proteggere la porta di Abbiati meglio di come ha fatto con il suo Rolex da 15mila euro. Sì, perché l’ultima vittima della banda dell’orologio ha un nome piuttosto noto: Luca Antonini, classe 1982, di professione difensore del Milan. Appena raggirato con la vecchia tecnica dello specchietto spostato. Che grosso modo funziona così. Si adocchia un automobilista con un bel cipollone al polso, lo si segue in moto e al primo semaforo si urta, spostandolo, lo specchietto. La vittima istintivamente tira giù il finestrino, allunga il braccio per riposizionare lo specchietto mentre un complice arriva a piedi e con mossa fulminea sgancia il cinturino. Vale a dire quel che è capitato ad Antonini ieri mattina verso le 10 mentre era a bordo della sua Audi Q7 in via Melzi d’Eril.