Antonio Concina prova a strappare Orvieto alla sinistra

Un dalmata-orvietano in corsa per la poltrona di sindaco di Orvieto. Dopo sessant’anni di amministrazioni rosse, in Umbria scende ora in campo Antonio Concina, guru della comunicazione ed ex capo relazioni esterne di Telecom. Tutte le attuali forze d’opposizione al sindaco in carica, il pd Stefano Mocio, hanno messo in piedi la lista civica «Orvieto libera» e assegnato a Concina il compito di interrompere la lunga scia di sindaci di sinistra. Concina ha studiato ed è cresciuto a Orvieto dopo che la sua famiglia fu costretta a lasciare Zara e la Dalmazia durante la seconda guerra mondiale. «Orvieto ha la possibilità di fare un enorme, incredibile salto di qualità, solo se si riesce ad accendere la sua vita economica e culturale di nuovi fermenti», assicura l’anti-Mocio. Quest’ultimo, già in difficoltà, deve far fronte pure alle divisioni interne al suo partito. Nel Pd locale, infatti, in attesa delle primarie, non tutti esultano per la sua ricandidatura.