Antonio Di Natale: «Anche io orgoglioso di essere napoletano»

Esattamente come Fabio Cannavaro, il suo capitano quando veste la maglia della Nazionale, Antonio Di Natale si sente «orgoglioso di essere napoletano e tifoso del Napoli. E sono per le 80.000 persone civili della città che vanno allo stadio». Dal ritiro di Coverciano, l’attaccante dell’Udinese ha commentato i gravi episodi di violenza avvenuti domenica: «Mi dispiace, perché quando certe cose accadono a Napoli, finiscono sempre in televisione. Cerchiamo di dare una mano a questa città - ha sottolineato -, sarebbe meglio aprire lo stadio che tenere 80mila persone fuori. Uno stadio a porte chiuse - conclude Di Natale in conferenza stampa - può essere la soluzione per una partita, ma sarebbe per noi calciatori come un cimitero, dove non c’è nessuno».