Antonio Rezza affronta «Bahamuth»

Chiuede questa sera con lo spettacolo Bahamuth di Antonio Rezza e Flavia Mastrella la rassegna «I solisti del teatro», ospitata nella cornice dei Giardini della Filarmonica di via Flaminia. Il teatro comico e surreale cui ci ha abituato Rezza torna con venature filosofiche e misticheggianti. Bahamuth discende dalla cosmologia musulmana e la sua presenza come entità legata a Satana è presente nella Bibbia. Rezza ne fa l’archetipo dell’«autore primo» cui rinfacciare tutte le responsabilità sul destino dell’umano e sulla pochezza del vivere. Ma soprattutto lo considera come colui che imprigiona un’opera che anela libertà. Inizio spettacolo ore 21.30.