Antonveneta, ecco come si difende Fazio

Il Governatore si difende. Con una memoria di 12 pagine il numero uno della Banca d'Italia ha replicato alle domande dei magistrati sull'inchiesta sull'opa della Banca Popolare italiana sulla Antonveneta. Concedere nel luglio scorso l'autorizzazione - spiega Fazio, che ieri è stato interrogato per 5 ore - alla richiesta della Bpi ad acquisire una partecipazione superiore al 50% della Banca antoniana popolare è stato «un dovere istituzionale». Gelo su Fiorani: «Bisogna distinguere tra la banca e i suoi amministratori».