Antonveneta, Ricucci patteggia un anno

Anche l’immobiliarista romano Stefano Ricucci, imputato a Milano per il tentativo di scalata ad Antonveneta da parte di Bpi, ha deciso di uscire dal processo con un patteggiamento a un anno di carcere e, questo prevede l’accordo, la confisca di circa 29 milioni di euro di plusvalenze. La richiesta di patteggiamento verrà definitivamente formalizzata oggi alla ripresa dell’udienza preliminare davanti al gup Luigi Varanelli. Sempre per oggi è attesa la formalizzazione della richiesta di patteggiamento di Magiste e Garlsson, le due società di Ricucci e indagate in base alla legge 231. Nei giorni scorsi il tribunale civile di Roma ha dato il via libera definitivo al concordato preventivo della Magiste Real Estate di Ricucci. Il piano di salvataggio, dopo avere incassato il placet dei creditori a settembre 2007, è stato infatti omologato.