Anversa, ruba 21 milioni di euro in diamanti

Anversa - Un pizzico di Blood Diamond. E molto Lupin. L'uomo che ha rubato diamanti per 21 milioni di euro, ora ne vale 2. E' la taglia che ha messo sulla sua testa la polizia belga. O meglio, la ricompensa offerta per ogni segnalazione utile a rintracciare l'uomo che la scorsa settimana ha rubato diamanti dal caveau di una banca Abn Amro di Anversa. Il furto è di lunedì scorso e la polizia non ha chiarito perché abbia tenuto segreta la notizia per una settimana, ma ha detto di sospettare che uno dei clienti abituali della banca sia coinvolto, un uomo di età compresa tra i 55 e i 60.

Documento falso La dinamica del furto non è ancora chiara, ma la polizia ritiene che l'autore sia uno dei numerosi commercianti di fiducia a cui viene data una carta elettronica per entrare nel caveau. I sospetti si sono concentrati su un uomo che è stato cliente regolare della banca per un anno sotto le mentite spoglie dell'argentino Carlos Hector Flomenbaum. Proprio un documento con lo stesso nome è stato rubato qualche anno fa in Israele.

Identikit Gli inquirenti hanno ricostruito l'identikit di un uomo con i capelli grigi, alto 1,90 cm e di età compresa tra i 55 e i 60 anni, che parla inglese con un accento americano e che indossa spesso un cappello da basket. La polizia ha lanciato un appello alla collaborazione a chiunque sia entrato in contatto con lui nel corso della sua permanenza in città.

Le pietre I diamanti rubati pesano 120mila carati e comprendono pietre molto rare. Secondo Philip Claes, portavoce del Consiglio dei diamanti di Anversa, le pietre saranno difficili da vendere sui mercati internazionali, poiché il bottino include sia pietre grezze che diamanti già tagliati i quali non possono essere venduti senza certificati di origine che dimostrino che non vengono da zone di guerra.

Precedente Nel 2003 ad Anversa, nella più grande cassetta di sicurezza del mondo, dei ladri riuscirono ad aprire 123 casseforti, trovando un bottino così grande che poterono portare via diamanti, gioielli e oro per un valore di "soli" 100 milioni di dollari. Circa la metà dei diamanti del mondo viene scambiata nel quartiere delle gemme di Anversa, un reticolo di stradine intorno alla stazione centrale. Con un giro d'affari di 23 miliardi di dollari all'anno, la città fiamminga accoglie una delle concentrazioni di beni più alta del pianeta.