Anziana muore nell’incendio del suo appartamento

La donna, 69 anni, aveva lasciato una candela accesa sopra il comodino. È morta cercando di raggiungere una finestra

Muore divorata dalle fiamme che hanno avvolto materasso e coperte del letto in cui dormiva. Il dramma è avvenuto alle 3.50 dell’altra notte in un appartamento al piano terra del civico 24 di via Magliano Sabina, a pochi passi da piazza Vescovio. La vittima, una pensionata di 69 anni, Giovanna Alessandra Amabile, viveva da sola nella sua casa. Prima di andare a dormire, martedì sera, la poveretta ha acceso una candela e l’ha poggiata sul comodino. Secondo quanto ricostruito dai vigili del fuoco e dagli agenti del commissariato locale, durante il sonno, la candela deve essere caduta, innescando il rogo nelle coperte. Sul posto sono arrivate diverse squadre dei pompieri, la «6A» e la »10A» insieme a un’autobotte. I vigili hanno tentato di sfondare il portone blindato, poi hanno aperto le serrande. Ma all’interno, l’anziana era già deceduta, intossicata dal fumo. La donna era riversa a terra, vicino alla finestra. Probabilmente, nonostante le difficoltà motorie, aveva cercato di raggiungere una via di salvezza. Le fiamme avevano già avvolto le estremità del suo corpo. In meno di un mese è già la quarta vittima anziana di un rogo in appartamento a Roma.