«Anziani, donne e bimbi in pericolo»

nostro inviato a Parma

Graziano Delrio, sindaco democratico di Reggio Emilia, quali misure ritiene più urgenti per la sicurezza?
«Intanto prendiamo atto che il tempismo del ministro dell’Interno Maroni è la premessa per sviluppi importanti. Occorre riordinare le leggi quadro sulla polizia locale. Il testo unico sulla pubblica sicurezza risale al 1931 e i problemi che un tempo erano limitati alle metropoli ora riguardano anche le città medio-piccole. I poteri dei sindaci vanno estesi e ci vuole più fermezza contro certi reati».
Per esempio?
«Sicuramente quelli che colpiscono i più deboli. Le persone anziane, i bambini, le donne. Nella notte tra sabato e domenica una giovane ha denunciato di essere stata stuprata in pieno centro cittadino pare da un nordafricano. È un episodio gravissimo».
Come giudica l'idea di Tosi sull’estensione del fermo di polizia?
«Si tratta appunto di un’estensione perché il fermo è già possibile presso le questure per certi reati, quando gli agenti della polizia municipale agiscono come polizia giudiziaria. Bisogna valutare se allargare questa possibilità. La questione è aperta».\SteFil\]