Anziano muore nell’incendio della casa

Un uomo di 71 anni è morto la notte della vigilia di Natale a Genova nel rogo del suo letto che ha preso fuoco a quanto sembra a causa di una sigaretta rimasta accesa.
Il tragico fatto è accaduto in un appartamento in via Trento 12, dove l'uomo, Giovanni C., viveva solo.
L'allarme è scattato improvvisamente intorno alle 3 e 30 quando alcuni vicini hanno sentito il rumore di vetri che si infrangevano e si sono accorti del fuoco.
Sul posto sono arrivati, dopo pochi minuti, i vigili del fuoco e alcune ambulanze. L’intervento dei pompieri è servito a circoscrivere e, infine, a spegnere l’incendio che si era sviluppato e minacciava anche gli alloggi vicini all’abitazione dell’anziano.
Appena soffocati gli ultimi focolai, i vigili del fuoco sono entrati nell’appartamento e hanno scoperto il cadavere dell’uomo disteso sul letto.
Le indagini sono state avviate, per accertare eventuali responsabilità di terzi nell’accaduto (come eventuali aggressori o ladri che si fossero introdotti furtivamente nell’alloggio).
Ma qualsiasi ipotesi in questo senso è decaduta a seguito delle prime verifiche degli inquirenti.
Non sembrano esserci dubbi, infatti, sull'origine del rogo che sarebbe stato provocato da un mozzicone lasciato inavvertitamente cadere acceso. Le fiamme hanno reso parzialmente inagibile l'appartamento, ma non hanno provocato nessun danno alle case vicine.