Un aperitivo formato «Millionaire»

E' un nuovo trend, tutto made in Italy, che comincia a riscuotere successo probabilmente per il desiderio di realizzare i propri sogni, grandi o piccoli che siano, gratificandosi con un premio, o forse soltanto per distrarsi un po’in un momento di crisi economica generale e diffusa. Parliamo di un gioco, perchè l'aspetto ludico gratifica tutti, soprattutto psicologicamente. Si chiama «Dr Why» e lo si pratica dopo aver sorseggiato l’aperitivo e scambiato quattro chiacchiere con gli amici (a partire 21.30) fino a tarda sera, in un locale milanese, il «Ripa 90» di via Ripamonti 90. «Dr Why» si ispira al «Milionario», il quiz televisivo entrato nelle case di centinaia di milioni di telespettarori in tutto il mondo: presentato al pubblico qualche settimana, è già diventato un «must». Ogni tavolo del «Ripa 90» - atmosfera da pub irlandese, dove deus ex machina è l'eclettico Paolo Bozzano - è dotato di una pulsantiera elettronica per partecipare al quiz che è una vera e propria sfida all’insegna del «tutti contro tutti», tra domande di cultura generale, musica, scienze, storia, geografia e, naturalmente, gossip, con le tre classiche possibilità di risposta. I premiati si dividono tra i più veloce a rispondere e invece i concorrenti che indovinano il maggior numero di risposte esatte, ma non mancano premi di consolazione. In palio, per il primo assoluto, un telefonino. Inutile nasconderlo, quella che si preannuncia come un vero e proprio fenomeno è nato anche e soprattutto per il successo del famoso gioco a premi televisivo: quel «Chi vuol esser milionario» presentato in Italia da Gerry Scotti. E, in fondo, perchè negarlo: chissà quante volte ci siamo ritrovati davanti al piccolo schermo, arrabbiandoci per non essere lì in studio, sapendo la risposta giusta, a schiacciare il famoso pulsante mentre il fantastico «Mister Scotti» formula la fatidica domanda: «La «accendiamo?». L'appuntamento con «Dr Why» è ogni mercoledì dal 25 marzo, ma si comincia già questa settimana da giovedì 19.
E il presentatore? Niente paura: è dotato della giusta presenza. Parliamo di Roberto, casual, romano doc, stile Fiorello prima maniera, con il dono di coinvolgere il pubblico. Tra una battuta e l’altra, legge le domande, che appaiono anche sul maxischermo e, appena scatta il conto alla rovescia, tutti pronti a premere il tasto sulla pulsantiera per scegliere la risposta.
Il ricco buffet e drink costano 10 euro (Info: 02-56816152 o posta@ripa90.it).