Aperitivo con il jazz sul palcoscenico di Cavi Borgo

Sono già tre anni che a Cavi Borgo, caratteristico borgo di pescatori a due passi da Sestri Levante, si svolge il «Cavi Borgo Jazz and Wine festival», rassegna di jazz di livello internazionale, che ha visto nel corso di questi anni presentarsi sul palco di via Milite Ignoto artisti del calibro di Bobby Dhuram, Tullio d'Episcopo ed Armando Corsi, per la gioia dei moltissimi appassionati del genere che invadono la sera dei concerti, in atmosfera festosa, il piccolo borgo. La novità di quest'anno è che, prima del concerto, si potrà gustare l'aperitivo in compagnia dell'artista che suonerà quella sera. Gli appuntamenti del festival 2007 sono cinque, a partire da oggi quando aprirà la rassegna l'esecuzione del Giorgio Conte Trio. Giorgio Conte cantautore astigiano e polistrumentista che iniziò la sua carriera assieme al fratello Paolo condividendo con lui la passione per il jazz, la musica popolare e la canzone francese, sarà accompagnato dai chitarristi Lorenzo Marino e Tommaso Conte e da Francesco Baucia al contrabbasso. Il 2 agosto ecco il Fausto Cerri Trio. Il nome di Franco Cerri per chi ha più di trent'anni è indissolubilmente legato all'uomo in ammollo che pubblicizzava un noto detersivo, ma gli appassionati lo conoscono e apprezzano come un grande jazzista il cui linguaggio espressivo è immediatamente riconoscibile proprio perché rimasto intatto negli anni per le sue melodie frammentate e ritmicamente pregnanti. Il terzo appuntamento sarà l'8 agosto col Fausto Ferraiuolo Group, il quarto, in data 16 agosto, è col Fed Jazz Trio. L'ultimo del 23 agosto vedrà il pianista Andrea Pozza col suo Quartet. Pozza, genovese, ha iniziato giovanissimo lo studio del pianoforte dedicandosi contemporaneamente al jazz e alla musica classica, e è diplomato al Conservatorio Paganini. Si è esibito a soli 13 anni al Louisiana Jazz Club di Genova e da qui è cominciata un'intensa attività concertistica che gli ha dato anche occasione di collaborare con grandi musicisti americani della scena jazzistica internazionale. Numerosi i seminari collegati al festival, per informazioni: 0185 399828.