Aperitivo alla romana E lo spuntino «soppiantò» la cena

Un’abitudine milanese ora sbarcata nella capitale Con declinazioni all’insegna della fantasia

Aperitivo, happy hour, slunch. Più nomi - e sfumature - per un’unica tendenza: lo spuntino stuzzica-appetito che precede - e a volte sostituisce - la cena. Ritrovarsi nei locali con gli amici per bere un bicchiere di vino o un drink e assaggiare sfiziose ricette dal buffet è, ormai, una mania nella capitale. Shopping e wine bar si uniscono da Rerè (via Flaminia Vecchia 475; 063340483). Il locale nasce da un negozio dedicato al «maculato», che, alle 18, tutti i giorni offriva a clienti e visitatori l’aperitivo. Un appuntamento fisso da cui è nato il wine bar-shop che, ogni giorno, offre salumi, verdure, primi caldi e freddi, bruschette, parmigiane, da abbinare a vari cocktail, tra i quali, il «Rerè» con cocco, ananas, limone, arancia, fragole fresche, vodka. Da giovedì a domenica, musica dal vivo. Buffet ricco anche da Tribeca Cafè (via Messina 29; 0644250923) con insalate, riso speziato, bruschette di avocado, involtini di bresaola e ricotta o tacchino e rucola, rustici fatti in casa. Buona la selezione di vini alla mescita e cocktail, tra i quali il Tribeca, con cranberries, vodka, campari. La pizza calda è un must al Momart Cafè, insieme a pasta al pesto, spaghetti con cozze e vongole, tramezzini, torte rustiche, fritti e, perfino, dolci e frutta in una sorta di mini-cena da accompagnare al drink della casa: vodka, triple sec, pompelmo rosa (viale XXI Aprile 19; 0686391656). Finger-food da Crudo con sushi, ostriche, crostacei, ricette di cucina creativa (via degli Specchi 6; 066838989). Pesce pure da Riccioli Cafè (via delle Coppelle 13; 0668210313). «La scelta delle portate dipende dall’analisi delle esigenze dei clienti e da ispirazioni e idee della giornata - dice Giovanni Iannotta, titolare di Absinthe (via Negri 39; 0657300144) -. Offriamo rustici, pizzette, melanzane e zucchine alla piastra, insalate di gamberi, pasta con ricotta, pomodoro e basilico o ragù». Da bere, vini alla mescita, drink, oltre a 13 assenzi, caratteristica del locale. L’aperitivo è accompagnato da musica, il sabato live. Più classici gli appuntamenti da Giolitti (via Settembrini 21; 063217499) - non a buffet ma con mini-vassoi di tartine portati al tavolo - e al Gran Caffè Mazzini (piazza Mazzini 9; 063217502), con pizzette, tramezzini, olive. Involtini di radicchio con speck, formaggi, pasta fredda, lasagne di verdure a cubetti, ravioloni caldi sono alcune portate del Mercedes Cafè (via delle Convertite 19; 0669292915), dove «ogni mercoledì - spiega il direttore Mario Salvatore - si tengono degustazioni legate ad aziende vinicole più o meno note». Degustazioni una volta al mese al Moonlight Cafè (via Marmorata 157; 0645422524), che venerdì festeggia il primo anno di attività. «Il segreto è l’atmosfera familiare - garantisce Fabio Massimo Scacco, titolare con il fratello Mario Angelo -. Vogliamo che la gente si senta a casa. Abbiamo settanta etichette, che, a rotazione, proponiamo al bicchiere e altrettanti cocktail, disponibili anche in caraffa». Principalmente vegetariano il buffet di Societé Lutèce (piazza Montevecchio 17; 0668301472), con pinzimonio, insalate, pasta, farinata. Da bere, il Lutèce, cocktail di frutta, vino, birra. Cruditè, insalate, cous cous al Friends Art Cafè (piazza Trilussa 34; 065816111). «Abbiamo pane tostato da abbinare a salsa di porcini, tonnata, diavola, ricotta e spezie, tomino spalmabile - dice Elena Beux del Gloss (via del Monte della Farina 43; 0668135345) - melanzane, verza, farro condito in più modi, formaggi, salumi, rustici. I drink sono creati sul momento, in base alle richieste». Ricette dimenticate da Freni e Frizioni (via del Politeama 4; 0658334210): «Accanto a ogni pietanza - racconta la responsabile Irene Marengo - mettiamo un cartellino che ne indica ingredienti e storia». Il cocktail? «Freni e Frizioni Oil» con prosecco, Crème de Cassis, blue Curaçao, succo di arancia.