Aperta al traffico via Noale per «snellire» la Collatina

Una nuova arteria stradale nel quadrante est della città, per snellire il traffico, sempre molto sostenuto, della via Collatina e offrire un’alternativa a chi deve raggiungere, dalla Tiburtina, il centro della capitale. È stato aperto ieri alla circolazione l’ultimo tratto di via Andrea Noale, ex strada di cantiere dell’alta velocità (Tav) lunga circa un chilometro, tra la stazione ferroviaria di La Rustica e via di Salone. Sono stati completati anche i lavori della rotatoria tra quest’ultima strada e via Noale. Il nuovo percorso, che corre parallelo alla Collatina, connette via di Salone con il Grande raccordo anulare e costituisce un asse viario che fa sistema con la stessa Collatina e la Tiburtina. Nelle intenzioni dell’assessore comunale ai Lavori pubblici Giancarlo D’Alessandro, che ieri mattina l’ha inaugurata, «via Noale avrà la funzione di scaricare e bypassare la Collatina, da cui dovrebbe drenare gran parte dei flussi di traffico diretti al centro o provenienti dalla Tiburtina. La sua apertura al traffico è stata studiata per alleggerire la viabilità di questa parte di Roma, una zona in continua espansione e con nuovi “pesi” residenziali e commerciali». Il prossimo intervento di grandi dimensioni, sempre nell’VIII municipio, dovrebbe essere il raddoppio della Collatina, con un tempo di realizzazione di tre anni. Previsto anche, a partire dalla primavera del 2008, l’adeguamento della stessa arteria all’altezza di via di Salone e via dell’Acqua Vergine. La rotatoria di collegamento con via Ponte di Nona, le nuove abitazioni e il nuovo centro commerciale è in fase di apertura, mentre entro un anno dovrebbero essere realizzati i primi tratti complanari della A24 (circa 750 metri per complanare) sempre all’altezza di Ponte di Nona.