Apertura rinviata per la spiaggia attrezzata per i cani

Non ha pace la sorte del «Baubeach», la spiaggia attrezzata per cani, la cui riapertura, annunciata ieri, rischia in realtà, un nuovo stop o comunque un rinvio. «L’amministrazione comunale di Fiumicino - spiega Patrizia Daffinà, responsabile dell’associazione Baubeach Village - ci ha reso noto l’avvio del procedimento di sospensione della concessione». Sulla situazione è arrivato però un chiarimento netto da parte del sindaco di Fiumicino, Mario Canapini. «La giunta - precisa - non ha mai determinato l’autorizzazione di una concessione temporanea dell’arenile all’associazione perché, a livello normativo, non lo si può fare; così come non è possibile assegnare una concessione definitiva in quanto il Pua, approvato dalla precedente giunta, non prevede una spiaggia per tale tipo di destinazione e, qualora fosse stato previsto, l’amministrazione sarebbe comunque tenuta a indire un bando di gara pubblico. Verificheremo se qualche funzionario dell’amministrazione ha firmato il provvedimento, andando in una direzione opposta da quella della giunta». Canapini sottolinea comunque «di aver chiesto, per motivi di finalità sociale, al presidente della Regione Lazio di deliberare, in deroga alle procedure previste, una concessione diretta all’associazione per tale tipo di struttura. Siamo in attesa di una risposta. Se arriverà l’ok - conclude - non ci saranno problemi perché desidero che questa struttura sia in funzione regolarmente». Negli ultimi mesi la sorte della prima spiaggia attrezzata per cani in Italia era stata in bilico, dopo che il precedente spazio utilizzato dal 1998, in uno stabilimento di Maccarese, non era stato più disponibile. L’inaugurazione ufficiale era prevista per il 23 luglio, ma ora bisognerà aspettare ancora per avere uno spazio in riva al mare per i padroni e i loro cani.\