Appalti e tangenti: l'ombra delle cosche sui treni di Malpensa

Opere pubbliche nel mirino della malavita Manager di Ferrovie Nord tra i 14 arrestati

Un giro di subappalti ottenuti, secondo gli inquirenti, con mezzi illeciti ha portato un gruppo di imprenditori nel mirino della Dda della Procura. Ieri la Guardia di finanza ha arrestato 14 persone per le accuse, a vario titolo, di associazione per delinquere, corruzione, truffa ai danni dello Stato, illecita concorrenza realizzata con minaccia o violenza. Tra le opere assegnate al gruppo di società che facevano capo a bergamaschi e calabresi, alcuni «contigui» alla 'ndrangheta, anche il prolungamento della ferrovia tra Terminal 1 e Terminal 2 all'aeroporto di Malpensa. In manette pure un dirigente di NordIng, controllata di Fnm.