Appalti Enav, altri guai per Milanese: spunta la corruzione

Fuoco di fila della procura di Roma sul deputato Pdl Marco Milanese. Proprio nel giorno in cui si apprende che l’ex consigliere politico del ministro Giulio Tremonti va a processo per citazione diretta nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti Enav, con l’accusa di finanziamento illecito ai partiti, ecco che dalla stessa inchiesta arriva un’ulteriore tegola. Milanese, infatti, è anche indagato per corruzione, per un presunto giro di false fatturazioni.
Il processo per finanziamento illecito ai partiti, legato alla compravendita di uno yacht, è stato fissato per il prossimo 21 febbraio davanti al tribunale monocratico di Roma. Ma nel frattempo è arrivata l’ulteriore batosta, l’accusa di corruzione, sempre nell’ambito di uno dei filoni dell’inchiesta Enav. Questo filone di indagine riguarderebbe un giro di false fatturazioni che coinvolgono alcune società dell’imprenditore Tommaso Di Lernia, tra cui la Eurotec. Nel registro degli indagati, oltre all’ex consigliere politico di Tremonti, anche altre sette persone.