Appello Bardot: «Basta battute di caccia presidenziali»

La mitica B. B. scrive a Sarkozy. Motivo: il suo amore per gli animali, a cui l’attrice francese dedica da anni tutte le sue energie e la sua fama. Questa volta Brigitte Bardot ha lanciato un forte appello al presidente Nicolas Sarkozy affinché metta fine alle battute di caccia presidenziali, una «macelleria disgustosa», a cui partecipa una «corte fedele e obbediente». Così scrive l’attrice in una lettera inviata al capo dell’Eliseo, secondo quanto ha riferito la sua fondazione per la difesa degli animali. Il settimanale francese L’Express ha rivelato che Pierre Charon, un consigliere vicino a Sarkozy, tornerà a organizzare le battute di caccia presidenziali, che si tengono nel castello di Chambord, nel centro della Francia. E la Bardot si è indignata.
Nella missiva l’attrice mito di Francia «chiede e supplica» il presidente Sarkozy di porre fine alle battute di caccia presidenziali, che tra l’altro «rappresentano un costo per i francesi».