Appello di Fi: «Il sostituto della Maiolo sia scelto fra i membri del nostro partito»

Con una lettera inviata ai vertici lombardi del partito, il gruppo comunale di Forza Italia chiede che il sostituto dell’ex assessore alle Attività Produttive Tiziana Maiolo sia scelto tra i propri membri, sottolineando anche la necessità di una «più generale verifica dell’attività politico amministrativa della giunta». Il gruppo, si legge nella missiva, «ritiene importante che si prosegua la virtuosa e significativa azione di valorizzazione dei consiglieri comunali e che, di conseguenza, le vostre valutazioni si orientino all’interno del consiglio». Nonostante le perplessità di Alessandro Fede Pellone («è più maturo indicare un nome, o una rosa», sostiene) e di Leone Talia, la lettera è stata comunque votata all’unanimità. «È legittimo che al posto di un assessore eletto come consigliere - afferma il capogruppo Giulio Gallera - sia scelto un membro del gruppo». I consiglieri di Fi non fanno mistero però di ritenere ormai necessaria una verifica complessiva di tutta la compagine della giunta, che porti non solo alla designazione di un nuovo assessore alla Cultura, ma rimetta in discussione la delega al Bilancio, al momento in mano al sindaco. Ieri la Maiolo ha assistito tra il pubblico al dibattito in aula sulle sue dimissioni, avvenute la scorsa settimana dopo un acceso confronto con il sindaco. Critiche, proprio per l’assenza della Moratti, sono arrivate dal capogruppo del Pd Pierfrancesco Majorino.