Appello del governo all’Unione petrolifera

Il governo chiede alle compagnie petrolifere di evitare rincari della benzina e del gasolio, anche in vista del grande esodo. Il messaggio dell'esecutivo è stato trasmesso da Umberto Carpi, consigliere del ministro Bersani, a Pasquale De Vita, presidente dell'Unione petrolifera. Carpi ha sottolineato che il governo «non tollererà» aumenti dei prezzi che portino a una crescita degli «stacchi Italia» (la differenza tra il prezzo medio del carburante in Italia e il prezzo medio europeo) dalle medie Ue. De Vita avrebbe preso atto del messaggio, impegnandosi a trasmetterlo alla compagnie e avrebbe anche fatto presente che le variazioni degli «stacchi» sono spesso dovute anche a sfasature nella rilevazione dei prezzi dei singoli Paesi e che la verifica andrebbe fatta su un periodo di tempo più lungo.