Un appello per ottenere il «parlamento dei cittadini»

Si moltiplicano le adesioni alla proposta lanciata fra gli altri da Francesco Cossiga, Maurizio Belpietro e Roberto Formigoni

In pieno svolgimento, anche in Liguria, il «viaggio» della petizione popolare «Un parlamento di cittadini. Liberi di partecipare, liberi di preferire», presentata da 60 firmatari, primo dei quali il Presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga. Con la petizione - la raccolta delle firme ha preso il via lunedì scorso - si chiede che il nuovo sistema elettorale, qualunque esso sia, si ponga l'obiettivo di diminuire la distanza tra cittadini e i loro rappresentanti politici. In particolare si chiede che, in un assetto di sistema proporzionale, venga reintrodotta la preferenza dando la possibilità di scegliere e votare liberamente i candidati, all'interno dei partiti e degli schieramenti. Nel caso invece di sistema uninominale, si chiede venga data la possibilità di candidarsi raccogliendo 500 firme a livello di singolo collegio.
L’iniziativa nasce dalla constatazione di un progressivo allontanamento dei partiti e della loro rappresentanza dai cittadini. «L'attuale dibattito sulla riforma della legge elettorale - si legge nel testo della petizione - rischia di segnare un'ulteriore distanza: si parla dei candidati, che le segreterie dei partiti vorrebbero "imporre" attraverso liste bloccate, ma non del fatto che i cittadini possano, da una parte, candidarsi e, dall'altra, scegliere direttamente le persone che li rappresenteranno in Parlamento attraverso l'espressione di una preferenza». È necessario pertanto «assumersi la responsabilità della "res publica", anche nel momento del voto - prosegue il testo -. Vogliamo una classe politica che sia espressione del popolo, prima che delle segreterie di partito, per vivere in una democrazia reale, in cui il popolo sceglie i suoi rappresentanti». Chiunque voglia sottoscrivere la petizione, potrà farlo sul sito Internet www.unparlamentodicittadini.net, oppure in uno dei banchetti pubblici organizzati in tutta Italia. Informazioni al numero 02.67396402 (fax 02.67396248), mail: info@unparlamentodicittadini.net.