Appena in libertà stuprano e picchiano

Donne vittime dell’indulto. Il caso più clamoroso è quello di «Mazinga», l’ultrà romanista scarcerato e poi riarrestato con l’accusa di aver rapito una turista americana ed averla violentata nella notte tra l’8 e il 9 ottobre scorsi a Ciampino, vicino Roma. Storia simile quella di un 35enne marocchino che ha commesso uno stupro a Pordenone poche ore dopo la sua liberazione. Niente stupro ma tante botte per la donna aggredita dal marito a San Daniele del Friuli. L’indulto aveva salvato l’uomo dalla sua pena. Comminata per maltrattamenti in famiglia.