Apple, grazie all'iPad potrebbe diventare il secondo produttore di pc al mondo

Non solo cellulari intelligenti, smartphone, nel futuro di Apple. La società di Cupertino infatti, secondo la società di ricerca Canalys potrebbe diventare già nel secondo semestre dell'anno prossimo il secondo produttore di computer al mondo dietro a Hewlett Packard. Nel computo però dovrebbero figurare anche le vendite del suo portentoso tablet pc, l'iPad, di cui è attesa per il prossimo anno la release numero 3. Già ora comunque Apple è terza tra i produttori di pc negli Usa con una quota pari a circa il 15% dietro ai colossi Hp e Dell. Apple potrebbe anche approfittare della debolezza dei concorrenti in primo luogo Hp che ha presentato i conti del quarto trimestre 2011 con utili in ribasso del 91%. Non c'è dubbio che a pesare sui conti ci sia stato anche il grande successo dei tablet pc, e dunque in primo luogo quello dell'iPad, che ha ristretto le vendite dei netbook e dei pc portatili. Hp dunque potrebbe fare la fine di Nokia, schiacciata da Apple sul fronte degli smatphone, cellulari che permettono alle aziende di realizzare forti margini. Hp è reduce da un periodo di transizione che ha portato alla sostituzione dell'amministratore delegato Leo Apotheker con Meg Whitman (ex ceo di eBay). Apotheker aveva immaginato un cambio epocale per Hp con la vendita di tutto il settore dei computer facendo diventare la società un gigante del software. Una transizione già effettuata da Ibm quando vendette il settore pc ai cinesi di Lenovo.
Meg Whitman però ha effettuato un brusco cambio di strategia mantenendo il core business della società nei pc. «Il 2012 . ha detto Whitman- sarà un anno di ricostruizione e dunque le previsioni per il prossimo trimestre e per l'intero 2012 sono improntate alla cautela». L'idea di base di Whitman e' di limitare le dimensioni delle acquisizioni future e di investire maggiormente sulla ricerca e sviluppo - cosa che l'azienda ha trascurato per buona parte dell'ultimo decennio. Il titolo Hewlett-Packard ha perso oltre il 20% da quando, a meta' agosto, Apotheker aveva annunciato che l'azienda avrebbe venduto la sua divisione computer e che avrebbe investito 10 miliardi di dollari per l'acquisto di un produttore di software.