Apprendistato per i giovani da recuperare

Le botteghe degli artigiani aprono le porte ai giovani in condizioni di disagio sociale, offrendo loro l’opportunità di imparare uno dei tanti mestieri della tradizione e aprendo possibili prospettive di inserimento lavorativo in aziende artigiane di Milano e della provincia. È quanto prevede l’accordo sottoscritto dall’Unione Artigiani della Provincia di Milano e dall’Azienda Servizi alla Persona Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio, che ha l’obiettivo di potenziare il processo di recupero di ragazzi a rischio di devianza affidati dal Comune ai Martinitt. In pratica i Martinitt segnalerà periodicamente all’Unione Artigiani un elenco di minori o neomaggiorenni pronti ad affrontare un tirocinio. L’imprenditore sarà libero di vagliare la possibilità di proseguire il rapporto di lavoro.