Apprendisti, 120mila al lavoro in Lombardia

Crescono ordini (+1,7%), fatturato (+3,5%) e produzione (+7,9%. Unico segno negativo l’occupazione che segna un -3,5%. Sono le previsioni degli imprenditori associati a Confapi Milano, associazione delle piccole e medie imprese di Milano, Monza e Brianza e Lodi, per il secondo semestre del 2010. Per far fronte alle difficoltà occupazionali, un aiuto può giungere dall’intesa raggiunta in materia di apprendistato con Governo, Regioni e parti sociali sul modello dell’accordo interconfederale sottoscritto da Confapi e Cgil, Cisl e Uil. «Grazie a questo accordo - afferma Stefano Valvason, direttore generale di Confapi Milano - sarà possibile dare nuovo impulso all’occupazione dei giovani, valorizzando la componente formativa che nasce in azienda come risposta più aderente alle esigenze degli imprenditori e del mondo produttivo».
Secondo dati Isfol, l’Istituto per la formazione professionale dei Lavoratori, nel 2008, in Lombardia, gli apprendisti occupati sono stati oltre 120mila500 mentre quelli coinvolti nel 2007 nell’offerta formativa pubblica sono stati quasi 20mila.
Cresce anche il settore dell’artigianiato del design. Le della Lombardia crescono del 6,5%, ma il dato cresce ulteriormente per Monza e Brianza (13,6%). È quanto emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati del Registro Imprese.