Approvata la legge sulla caccia

La quarta Commissione del Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato i due progetti di legge proposti dall’assessore all’Agricoltura con delega alla caccia, Viviana Beccalossi. I provvedimenti saranno discussi dal Consiglio regionale martedì prossimo. Le norme sono relative alla caccia delle specie in deroga (in particolare peppole e fringuelli) e ai richiami vivi utilizzati dai cacciatori. Da questo momento, la Regione Lombardia, conformemente a quanto previsto dalle disposizioni nazionali ed europee, aggiungerà peppole e fringuelli alla lista delle specie cacciabili in deroga e autorizzerà, al fine di ridurre i danni per l’agricoltura, il prelievo del passero d’Italia, della passera mattugia e dello storno. «Questa legge - dice la Beccalossi - da un lato ha dei limiti invalicabili imposti dalla direttiva Comunitaria, dalle leggi nazionali e dagli accordi interregionali. Dall’altro, offre una maggiore certezza del diritto ai cacciatori interessati a queste specie». La quarta Commissione ha lavorato in modo razionale e fattivo, come tiene a precisare l’assessore regionale, perché «ha dimostrato la giusta attenzione verso la caccia e i cacciatori, giudicando la proposta attraverso analisi tecniche e scientifiche oltre che con il supporto di qualificati pareri giuridico-legislativi».