Approvato l’assestamento di bilancio per il 2008

VIA LIBERA Secondo l’assessore capitolino Ezio Castiglione l’ok definitivo al documento dovrebbe arrivare entro la fine della settimana in corso

La giunta capitolina ha approvato ieri mattina l’assestamento di bilancio 2008. «La manovra ha un valore complessivo di 500 milioni di euro» ha spiegato l’assessore capitolino al Bilancio, Ezio Castiglione, a margine di una conferenza in Campidoglio. Castiglione ha spiegato che 63 milioni della manovra sono destinati a «coprire le mancate entrate», come quelle delle contravvenzioni. Oltre alle risorse distribuite ai vari municipi e dipartimenti, 160 milioni sono stati destinati agli investimenti. Nel dettaglio, 10 milioni andranno agli interventi per la manutenzione delle fognature, 15 milioni alla manutenzione stradale e delle caditoie, 30 milioni agli interventi straordinari di pulizia dell’Ama, 20 milioni ad interventi di decoro urbano. Per quanto riguarda la manutenzione stradale e delle caditoie, Castiglione ha precisato che «per il momento saranno organizzati interventi di somma urgenza», non appena gli uffici comunali avranno definito il quadro degli interventi a lungo termine, «si procederà alla pubblicazione di nuove gare per la manutenzione stradale». Gare che, in sostanza, andranno a sostituire il maxi-appalto della Romeo gestioni revocato il mese scorso. Infine, la manovra finanzia investimenti per trasporti e manutenzione delle scuole.
Castiglione ha aggiunto che «l’assestamento di bilancio sarà illustrato in consiglio comunale domani pomeriggio». L’approvazione definitiva del documento dovrebbe arrivare entro la fine della settimana.
Un’altra importante novità è che il Comune si dota di un sistema centralizzato per gli acquisti. Grazie a un portale online, tutti i dipartimenti potranno visionare un catalogo di beni e i servizi sulla base del quale elaborare le richieste, i dettagli sui fornitori accreditati e gli ordini effettuati dai vari uffici. I dirigenti capitolini, grazie all’utilizzo della firma digitale, potranno inoltrare la richiesta di nuovi ordini anche sulla base delle richieste già avanzate da altri dipartimenti e uffici, attivando, in tal modo, economie di scala con un risparmio per l’amministrazione capitolina stimato intorno al 10% per il primo anno e fino al 20% nel 2011. Il sistema, che è stato presentato ieri mattina in Campidoglio dall’assessore Castiglione, entrerà in funzione il primo gennaio 2009. «Attualmente - ha spiegato Castiglione - il Comune di Roma spende oltre 600 milioni l’anno per l’acquisto di beni e servizi. Con il nuovo sistema contiamo di risparmiare tra i 15 e i 20 milioni nel 2009». Attualmente le centrali d’acquisto del Comune di Roma sono 760, «il bilancio si spacchetta in tante centrali e si perde il controllo della spesa», ha aggiunto Castiglione spiegando che il nuovo sistema produrrà vantaggi «non solo dal punto di vista economico, ma anche dal punto di vista della trasparenza».