Appuntamento al buio per un aspirante solitario

In Quella sera dorata Peter Cameron partiva da un biografo ostacolato nel suo lavoro da amici e parenti del biografato per costruire una commedia aperta a ogni soluzione. Ora, con Un giorno questo dolore ti sarà utile (Adelphi, pagg. 206, euro 16,50, traduzione di Giuseppina Oneto) il motore della storia è... un motore di ricerca. Nel senso che James, il protagonista, un diciottenne stanco di lavoricchiare nella galleria d’arte della madre, cerca su Internet una casa nel Midwest dove potersi dedicare alle sue passioni, davvero inusuali in un giovane: lettura e solitudine. Ma gli agenti immobiliari interpellati, senza volerlo, rivelano a James gli inconvenienti (eufemismo) della vita in provincia. L’impulso allo sviluppo ulteriore del romanzo viene ancora dalla Rete, per la precisione da una chat per cuori solitari in cui l’annoiato aspirante eremita incappa. L’incontro con un tale John avverrà al buio. E il buio, si sa, nasconde sempre insidie e incognite...