Apre il «centro» delle meraviglie

Inaugurata a Fiumicino la più grande struttura commerciale d’Italia, in stile americano

Stefano Vladovich

Inaugurato ieri pomeriggio a Fiumicino il più grande centro commerciale d’Italia. Il «centro Leonardo», all’interno del Parco Leonardo sulla via Portuense, passerà alle cronache per numeri da capogiro: due anni di lavoro, 100mila metri quadrati su due livelli, 210 negozi, 18 milioni di visitatori l’anno previsti. Non solo. Centotrentatré chilometri di cavi elettrici messi in posa solo per la struttura principale, 155mila metri per i negozi; 540 milioni di chili di terra rimossa per far posto a 300 milioni di chili di calcestruzzo «gettato», 5.900 metri di lampade fluorescenti solo nell’ipermercato «Auchan», 19 milioni di chili di ferro tondo per cemento armato, 200mila metri quadrati di lastre prefabbricate per solai, 100mila metri quadrati di murature. Ancora: 100mila metri quadrati di pavimenti nell’ipergalleria di copertura, 20mila per i controsoffitti e 180mila di pitture, duemila fra porte e infissi, 80mila metri quadrati di pavimentazione industriale, 4mila metri quadrati solo per i rivestimenti, 150mila di intonaci e ben 5mila metri quadrati di superficie di lucernari.
Un evento per la famiglia del gruppo Leonardo, festeggiato fino a sera con spettacoli musicali, danze e acrobazie di grandi gruppi circensi internazionali tra cui l’Orientale Dance, i Chinese Acrobatics, i Goldman Man e la Compagnia dei Folli. Al taglio del nastro la famiglia Caltagirone al completo. «Siamo davvero orgogliosi di dare il via a questa grande opera - spiega Edoardo Caltagirone, il più giovane dei figli dell’imprenditore romano, direttore commerciale del centro -. Un progetto ambizioso inserito nel contesto del parco, la nuova città da 10mila abitanti in fase di realizzazione tra Roma e l’aeroporto intercontinentale. Il progetto è stato affidato a un prestigioso studio di architetti britannici. Da una parte i materiali impiegati sono futuristici: si è privilegiato l’acciaio e il vetro. Dall’altra i progettisti si sono ispirati al passato, come agli studi, non a caso, del grande Leonardo da Vinci e alle tecniche costruttive d’epoca romana, soprattutto per le pavimentazioni».
Il maxi centro commerciale stile americano, dunque, è all’interno del Parco Leonardo, un complesso residenziale in fase di completamento con annessa multisala, la «UGC Cinecité» da 24 grandi schermi inaugurata nel febbraio scorso. Per consentire l’enorme afflusso previsto per le festività natalizie è stato realizzato un nuovo svincolo lungo l’autostrada Roma-Fiumicino (tra la rampa di accesso della Roma Civitavecchia e lo scalo aeroportuale) finanziato dal gruppo Caltagirone per 27 milioni di euro e l’allargamento della via Portuense tra Ponte Galeria e Porto. Fra le cose notevoli il sistema di isole pedonali. Collegato alla stazione ferroviaria di Ponte Galeria (a 3 chilometri e mezzo), il centro sarà accessibile anche con i mezzi pubblici.