Aprilia Scarabeo 500 ha fatto la cura dimagrante

Bruno De Prato

da Milano

Daniele Bandiera, responsabile di tutto il settore veicoli a due ruote del Gruppo Piaggio, ha lanciato quella che appare sempre più come «l’offensiva di primavera». In effetti, tante novità e di tale caratura tecnica e commerciale, non erano prevedibili, vista la già netta leadership che il Gruppo di Pontedera guidato da Roberto Colaninno e Rocco Sabelli detiene a livello continentale. I marchi coinvolti in questo massiccio lancio di novità sono, in primo luogo, Gilera e Piaggio, con Aprilia e Vespa a seguire immediatamente. Con Gilera e Moto Guzzi, l’altro marchio nobile all’interno della famiglia, Bandiera è partito dalla positiva esperienza di Nexus 500, scooter hi-tech esclusivo e performante, perfetto per portare avanti la missione di brand di eccellenza che è stata assegnata alla casa motociclistica.
Anzi, Gilera sarà il marchio di eccellenza del Gruppo, con qualsiasi tipologia di prodotto a due ruote si cimenterà. Per il 2006 Gilera ha ulteriormente affinato il suo Nexus 500 e lo ha affiancato con una versione leggera: Nexus 250. Per Nexus 500 si è trattato di una rivisitazione mirata a esaltarne la funzionalità, il comfort, la raffinatezza esecutiva, ferme restando le qualità prestazionali.
La linea di sella abbassata lo rende più accessibile a tutte le taglie e anche al pubblico femminile: più agile e maneggevole nel traffico urbano, più razionale nella impostazione di guida, più confortevole. Ma sempre capace di accelerazioni brucianti e punte velocistiche superiori ai 160 orari, con straordinarie doti di stabilità e tenuta in «piega». Nexus 250 è integralmente derivato da Nexus 500: stessa poderosa struttura di telaio, stessa elegante e razionale carrozzeria e relativa grafica ben giocata sui classici colori Gilera, nero e rosso.
Le variazioni riguardano solo l’assetto ruote e le sospensioni. Il potente Piaggio Master 500 lascia posto all’eccezionale Piaggio Quasar 250, riconosciuto il migliore propulsore della categoria, capace di oltre 22 cv di potenza massima con doti di erogazione entusiasmanti. Gilera Nexus 250 si è rivelato ancora più agile e maneggevole del fratello maggiore, vuoi per il minor peso (174 contro 199 kg), vuoi per l’efficienza dell’assetto. Una velocità massima di 130 orari, scatto bruciante al semaforo, doti di guida eccellenti per neutralità di risposta allo sterzo, stabilità e precisione esaltano tutta la competenza di un progetto concepito secondo i canoni della migliore tradizione progettuale di Piaggio e, soprattutto di Gilera. Prezzo indicativo 4.600 euro. A Milano, Piaggio, dopo aver fatto omaggio al sindaco Gabriele Albertini di due scooter ultra hi-tech a propulsione ibrida, ha presentato tre importanti evoluzioni dei modelli X8 e Beverly. Comune denominatore è il nuovo Piaggio Master 400, derivato dal campione mondiale Master 500. Si tratta di una unità propulsiva con potenza mirata a 34 cv per godere di alcuni vantaggi normativi: la possibilità di guida a 18 anni con la sola patente moto A2 e il premio dell’assicurazione inferiore del 40% a quello che grava sui modelli di cilindrata e potenza superiori. Dei due, il più funzionale e attraente si è rivelato lo X8 che, con la nuova motorizzazione 400, entra nella piena maturità mettendo a frutto la competenza del suo progetto, che unisce versatilità, prestazioni fulminanti e una qualità di guida entusiasmante per agilità, stabilità, precisione di sterzo e sicurezza. Eccellenti le prestazioni velocistiche con oltre 155 orari e accelerazione brillante. Prezzo 5.290 euro. Costa invece 4.990 euro il Beverly 400, veicolo che ha confermato di possedere il giusto assetto per l’impiego urbano, dove si muove con grande sicurezza, anche sui lastroni di porfido, grazie alla sua generosa gommatura.