«Aprire subito il Dea a Tor Vergata»

«Subito l’apertura del pronto soccorso a Tor Vergata». All’insegna di questo slogan si è svolta ieri mattina una manifestazione di An all’ingresso del Policlinico universitario, con un «giornale parlato» e la distribuzione di volantini a dipendenti e pazienti dell’ospedale. Si sono alternati al megafono il senatore Domenico Gramazio, capogruppo di An in commissione Sanità, Tommaso Luzzi, componente della commissione Sanità della Regione, i consiglieri comunali di Roma Luca Gramazio e Sandro Cochi, e il consigliere dell’VIII municipio Nicola Franco. Gli esponenti di An hanno ricordato le iniziative già intraprese a livello comunale, regionale, provinciale e municipale affinchè sia immediatamente aperta la struttura del Dea di II livello del Policlinico e hanno riconfermato che «si sono spesi migliaia di euro per attrezzare, preparare e organizzare il dipartimento di emergenza e accettazione ma ancora oggi, passati diversi mesi, la necessaria delibera della giunta regionale non è stata approvata. «Avevamo già manifestato con interrogazioni e con interventi nell’aula della Pisana - hanno spiegato - la necessità di aprire immediatamente l’importante struttura del sistema dell’emergenza sanitaria, ricordando che nella zona confluisce anche tutta la popolazione dei Castelli Romani». Gli esponenti di An hanno annunciato, inoltre, che «se ancora rimarrà bloccata l’apertura del Dea di II livello del Policlinico di Tor Vergata si agirà nei riguardi dei responsabili, in questo caso la Regione Lazio, che hanno fatto sperperare alla struttura universitaria milioni di euro».