In Apulia si parla spagnolo Suneson fulmina Warren

Sul tracciato di Savelletri di Fasano l’iberico ha superato di un colpo lo scozzese con ultimo giro emozionante

Veronica Pons

Da mercoledì a domenica scorsi il San Domenico Golf a Savelletri di Fasano (BR) è stato teatro dell'evento conclusivo e più importante del Challenge Tour 2005, l'Apulia San Domenico Grand Final. A giocare le 72 buche della gara in cui non era previsto alcun taglio, sono stati i migliori quarantacinque giocatori secondo la money list board of merit 2005, dopo una stagione agonistica che li ha visti frequentare i percorsi più diversi, dal sud America all'Asia, dall'Africa alla Russia ma soprattutto in Europa. L'obiettivo era quello di ottenere la «carta» per accedere all'European Tour 2006, un diritto guadagnato dai primi venti classificati nell'ordine di merito. Un vero peccato la mancata presenza degli italiani, in particolare quella di Michele Reale, classificatosi 46° ed escluso per soli 193,76 euro e Marco Soffietti in 51ª posizione. Unico neo della manifestazione è stato il tempo che, ormai imprevedibile anche in sud Italia, ha costretto gli organizzatori ad annullare la giornata conclusiva posticipandola al giorno seguente e a far disputare la pro-am invitational in calendario la domenica, in forma ridotta su nove buche.
Vincitore della prima moneta di 250.000 euro è stato il ventinovenne spagnolo Carl Suneson (nato a Las Palmas nelle Isole Canarie da madre inglese e padre svedese) che, grazie ad un entusiasmante giro conclusivo di 69 colpi, ha totalizzato uno score complessivo di 273 colpi, 15 sotto il par, lasciandosi alle spalle di una lunghezza lo scozzese Marc Warren e, a parimerito, l'argentino Daniel Vancsik. Durante la gara non sono mancati i momenti di suspence e all'ultima buca il pubblico è rimasto con il fiato sospeso con la speranza di uno spareggio quando Warren, dopo essere riuscito a portarsi ad un colpo da Suneson grazie ad un bogey dello spagnolo alla buca 16, ha sfiorato il birdie con la palla che si è fermata a pochi centimetri dalla buca. Suneson, da parte sua, ha giocato un putt di avvicinamento troppo corto per rilassarsi ma è stato bravo a imbucare il putt vincente da più di un metro. Grande la soddisfazione generale per il successo ottenuto dall'importante evento che si è svolto, con il patrocinio della PGA Europea e della Federazione Italiana Golf, grazie alla sponsorizzazione del San Domenico Golf, della Masseria San Domenico - il lussuoso hotel a cinque stelle legato al circolo - e di Banca Unipol, nonché, in qualità di co-sponsor, di EMC2 e Magic Italia e il Comune di Fasano.