Aquilani impreciso Tonetto sorprende De Rossi ovunque

6,5 DONI. Parata a terra sul tiro dal limite di Stankovic, poi in tuffo respinge la conclusione di Maxwell. Bravo nelle uscite sui palloni vaganti, resta però fermo sul missile di Pelè, sorpreso dal tiro scoccato da enorme distanza.
6 CASSETTI. Parte da lui l’azione del 2-0, forse però commettendo fallo su Cesar. Controlla bene il brasiliano, comunque molto attivo sulla sua fascia, soprattutto nella ripresa. Un suo diagonale a inizio partita dà l’illusione del gol.
7 MEXES. Bellissima l’esecuzione con la quale sblocca la partita, segna il suo secondo gol stagionale dopo quello della prima di campionato a Palermo. Si fa anticipare da Burdisso sul colpo di testa che potrebbe siglare il 2-2, nel finale rischia l’infortunio in un contrasto con Suazo.
6,5 JUAN. Chiude bene lo spazio a Suazo nell’unica situazione pericolosa capitata all’honduregno, sbaglia pochissimo e dà sicurezza a tutti i compagni di reparto.
6,5 TONETTO. Avvio difficile con Balotelli, poi gli prende le misure e non gli lascia spazi. Prova come al solito generosa e di quantità. A 34 anni sorprende ancora una volta.
7 DE ROSSI. È alla partita numero 51 della stagione e la freschezza atletica può essere un po’ appannata. Ma si danna l’anima e gioca un sacco di palloni.
7 PIZARRO. Batte lui il calcio d’angolo che Mexes sfrutta per il gol dell’1-0. Ha buon gioco su uno spento Stankovic, ma in generale a centrocampo fa il bello e il cattivo tempo.
5 GIULY. Ha la palla giusta per il vantaggio, ma alza troppo la mira. A destra è imbottigliato da Maxwell e non riesce a rendersi pericoloso. Serata da dimenticare (dal 21’ st CICINHO 6). Spalletti gli chiede di fare l’ala destra per proteggere Cassetti e frenare l’impeto dell’Inter da quella parte. Il brasiliano dà il suo contributo, anche se fatica nel possesso palla).
7,5 PERROTTA. Ha nei piedi una ghiotta occasione sotto porta, ma l’ex compagno di squadra Chivu gli nega il gol, poi un tiro centrale parato da Toldo. Infine la rete personale meritata dopo uno scambio con Vucinic. È il migliore della Roma (dal 27’ st BRIGHI SV).
6 AQUILANI. Molto incerto e poco preciso soprattutto a inizio match, prova a riprendersi anche se non vive una serata proprio esaltante. L’unico guizzo è un tiro al 39’ del secondo tempo che finisce a lato (dal 46' st PANUCCI SV).
6 VUCINIC. Mobilissimo, non sembra avere una serata felice dal punto di vista realizzativo. Manca per un pelo l’appuntamento sull’assist di Perrotta, poi è lui a servirlo per il compagno sul 2-0.
All. SPALLETTI 8. È la 56° partita stagionale della Roma, ma la squadra evidenzia almeno un’ora una buona tenuta atletica. Fa i cambi giusti nel momento di maggiore sofferenza. Stavolta è primo e bissa il successo di un anno fa.