Gli aquilotti «impallinano» i veronesi

Lo Spezia vince una sfida che sembrava insormontabile dopo la prima mezz'ora e batte 2 a 1 il Verona nel primo spareggio dei play-out. L'uomo partita è Guilheme Do Prado che in una mezz'ora tocca quindici palloni, guadagna un rigore e segna il gol partita. Lo hanno tenuto in panchina per 31 giornate.
Il match, in uno stadio pieno in ogni settore (circa 10mila presenti), inizia evidenziando la tattica conservativa del Verona che smorza gioco e ritmo, cercando di creare utili tempi morti, magari poi sfruttando qualche varco. Lo Spezia preme molto cercando degli spunti, ma tolto un bel passaggio di Fusco su Guidetti, non ci sono grandi occasioni.
Invece sono gli ospiti a trovare la strada del gol. Al 27' la rete del Verona: Guarente batte una punizione dalla tre quarti, trova la testa di Sibilano che è ben piazzato ed insacca alle spalle di una impreparata difesa. Al 32' il Verona spreca anche una grossa occasione con Cutolo che solo davanti al portiere sbaglia.
Ma per gli ospiti è un momento buono con una serie di affondi costanti che impegnano direttamente Santoni. Questo sul finire del tempo anima un po' lo Spezia che si fa pericoloso in un paio di occasioni.
La ripresa vede Soda azzardare uno schieramento più offensivo mettendo in campo Do Prado, questo dopo l'obbligata sostituzione di Fusco infortunato. Al 18' del secondo tempo inizia a piovere ed il terreno di gioco diventa molto scivoloso. Il Verona prende un ritmo tutto legato al contropiede, difendendo il risultato e basando tutto il gioco sugli affondi di Nieto e Cutolo. Lo Spezia invece inizia inevitabilmente a sbilanciarsi non avendo più nulla da perdere ed affidando la porta alle sole «certezze» di Santoni. Al 31' Do Prado, dopo l'ennesimo numero, guadagna il rigore. Batte Saverino che insacca. La partita, al 32', riparte da qui. Poche grandi azioni da raccontare, contropiedi continui, ma nulla che fa battere il cuore. Poi a tre minuti dal 90esimo il brasiliano dello Spezia, tenuto quasi tutto il campionato in naftalina, trova la botta da tre quarti campo e segna il 2 a 1. Inutili i tentativi del Verona, con la panchina che da segni di eccessivo nervosismo. Finisce così. Si replica giovedì prossimo.
Le pagelle.
Per lo Spezia: Santoni 7,5 Giuliano 6,5 Fusco 7 (1' st Scarlato 6,5) Pecorari 6,5 Nicola 7 Padoin 6 (29' st Guzman 6,5) Saverino 7,5 Confalone 6,5 Gorzegno 6 (1' st Do Padro) Varricchio 6 Guidetti 6,5. L’allenatore Soda 6,5.
Per il Verona: Pegolo 6 Turati 6 Sibilano 6 Biasi 6 Comazzi 6,5 Ferrarese 7 Guarente 7 Pulzetti 7 Cutolo 6 (dal 26’ st Iunco s.v.) Nieto 7 William 6 (dal 33’ st Babù s.v.). L’allenatore Ventura 6,5.