ARBITRI DI SERIE C? UN INFERNO

Il campionato di serie A ha dato verdetti allarmanti sugli arbitri: i nostri fischietti, nonostante la regia di Collina, hanno faticato, e non poco, durante la stagione. Errori, sviste e indecisioni non sono mai mancati, analizzati e sviscerati da ore e ore di trasmissioni tv.
Ma c’è un mondo, quello delle serie cosiddette minori, che forse sta anche peggio. Ci siamo chiesti: quanto c’è di peggio e quanto di meglio? Come se la cavano dove non arrivano occhi televisivi e moviole? Il tam tam del pallone propone continue lamentele pure in quel mondo un po’ dimenticato. Un mondo costellato da poche, pochissime telecamere a bordo campo, da nessun auricolare a tenere in contatto arbitro e guardalinee e da anonime divise nere senza cognome sul colletto. Abbiamo inviato tre giornalisti su altrettanti campi di serie C per verificare gli arbitraggi. Il risultato? I tifosi non perdonano nulla. Un fischietto è addirittura uscito dallo stadio scortato dalla polizia...