Arbore con i virtuosi della melodia

Al mare con Renzo Arbore. L’Orchestra Italiana del celebre musicista si appresta a rallegrare le serate dei bagnanti laziali con un minitour di tre date. La band porterà i suoi ritmi coinvolgenti all’Arena del Mare di Terracina, questa sera, al Teatro Romano di Minturno (l’8) e alla Marina di Civitavecchia (l’11). Il tour, partito alla fine di luglio da Malta, proporrà come sempre un repertorio molto vario, che spazia dalla tradizione napoletana ai grandi successi tv, fino ad arrivare a quei brani che Arbore definisce canzoni della memoria. Il tutto proposto con grande maestria, grazie a un’orchestra di 15 elementi, ricca di grandi solisti e virtuosi come l’immancabile Gegè Telesforo, sempre in grado di lasciare il pubblico a bocca aperta grazie alle sue sorprendenti acrobazie vocali. In scaletta omaggi a Totò (con l’immancabile Malafemmena), a Roberto Murolo e naturalmente a Napoli. L’Orchestra Italiana, nata più di quindici anni fa, è uno dei grandi sogni realizzati di Renzo Arbore. L’idea di partenza del musicista pugliese era valorizzare e rilanciare la canzone napoletana, in Italia e all’estero, attraverso la rilettura dei classici partenopei. Un percorso artistico affiancato dal parallelo progetto discografico: quattro album antologici capaci di vendere più di un milione di copie. Brani indimenticabili come Era de Maggio, Luna Rossa, Reginella, Comme facette mammeta, Torna a Surriento, ’O Sarracino, per citarne alcuni, che hanno riscosso successo in tutto il mondo. Concerti da tutto esaurito al Madison Square Garden e alla Carnegie Hall, fino al celebre Olympia di Parigi: solo la punta dell’iceberg di tante tournée trionfali, perché per elencare i luoghi di prestigio in cui Arbore ha portato la sua orchestra non basterebbe una pagina di questo giornale.