Archeologia: tornano dagli Usa due reperti

Erano stati rubati negli anni Ottanta e sono riemersi fortunosamente

Sono tornati in Italia. Dopo vent'anni e più di esilio forzato due importanti reperti sono stati restituiti al nostro Paese. Si tratta di un bronzo di Zeus, rubato nel 1980 dal Museo Nazionale Romano, e di una statua femminile in marmo, portata via nel 1988 dal Museo civico di Terracina. I beni sono di eccezionale interesse storico-scientifico e hanno un valore patrimoniale complessivo di un milione di euro. Il bronzo venne rubato da ignoti e ricomparve nel 2006 nella sede newyorchese della casa d'aste Sotheby's. L'altra statua è stata ritrovata grazie all'intuito di un maresciallo. Il sottufficiale, in vacanza negli Usa, l'ha notata in bella mostra fra le vetrine di una importante galleria antiquaria di Manhattan. E ha scattato alcune foto col telefonino, convinto di averla già vista da qualche parte. I controlli hanno confermato l'impressione: la statua era stata censita nella banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti.