Architettura, comfort, ambiente Il sigillo «Arca» a garanzia del benessere abitativo, di sicurezza e di ecocompatibilità

La crescita del mercato dell’edilizia sostenibile in legno passa innanzitutto attraverso l'affermazione e la riconoscibilità delle proprie caratteristiche distintive. Che il Trentino, impegnato a promuovere soluzioni abitative pubbliche in legno per portarle entro un biennio dall'attuale 10 per cento al 40% del totale, ha voluto riassumere nel marchio Arca, acronimo di architettura, comfort e ambiente.
Un sigillo nato per certificare non solo le strutture portanti, ma anche componenti come pavimenti, serramenti, scale, infissi e tetti, a garanzia di un più elevato standard di benessere abitativo, di sicurezza, efficienza e di compatibilità ambientale. Come ha spiegato l'assessore all'Industria e all'Artigianato della Provincia autonoma di Trento, Alessandro Olivi, «si tratta del primo esempio in Italia di un marchio di sistema» il cui ombrello abbraccia sia le aziende produttrici sia i tecnici responsabili della progettazione, nel rispetto dei requisiti della certificazione. La quale viene rilasciata sulla base di criteri che spaziano dalla resistenza al fuoco alla capacità antisismica, passando per la durabilità garantita del prodotto e la salubrità degli ambienti, dalla qualità costruttiva all'efficienza energetica e alla eco-sostenibilità.
Un parametro, questo, che prevede l'uso di legno certificato come proveniente da foreste sfruttate in modo sostenibile (alla stregua di quelle segnalate dal Forest Stewardship Council), una ridotta emissione di componenti volatili, impianti idrici e di illuminazione ispirati al riciclo e all'efficienza, nonché l'uso di materiali da costruzione rinnovabili, meglio se di produzione locale. In base al numero di requisiti soddisfatti aumenta il grado della certificazione Arca, che si articola su quattro livelli di qualità crescente. L'iniziativa, gestita da Trentino Sviluppo, «da un lato punta a informare e sensibilizzare l'opinione pubblica sui vantaggi dell'edilizia in legno, guardando in particolare a quanti investono in nuovi edifici ovvero nella ristrutturazione di abitazioni esistenti, dall'altro punta a valorizzare le imprese trentine e a promuovere l'accreditamento di un numero crescente di aziende, produttrici sia di case chiavi in mano sia di componenti».