Architettura, incontro sull’eredità di Ferrante

«Ricordo di un collaboratore dell’Ismeo: Mario Ferrante, architetto»: oggi, alle 11, il presidente dell’Istituto italiano per l’Africa e l’Oriente, Gherardo Gnoli, invita a un incontro in memoria dell’esperto, che negli anni ’60 ha curato il restauro del seicentesco palazzo di Alì-Qapu, a Isfahan (Iran), inviato dall’Ismeo di Giuseppe Tucci. Della figura di Ferrante e della sua eredità, come modo nuovo di fare ricerca storica partendo dal restauro, parleranno l’architetto Eugenio Galdieri e l’ingegner Gustavo Gagliardi, a via Aldrovandi 16.