Archivolto Cettina si fa Nora

Lunetta Savino, in scena domani e sabato sera, alle 21, all’Archivolto in «Casa di bambola - L’altra Nora» di Henrik Ibsen, sorprenderà certamente chi era abituato a vederla come la Cettina della fiction televisiva «Un medico in famiglia». Ma chi ha già avuto modo di vederla nel corso della stagione teatrale, ne ha apprezzato le doti drammatiche, esaltate in questa riscrittura del capolavoro di Ibsen ad opera del regista Leo Muscato per il Teatro Stabile delle Marche. In scena con Lunetta, Paolo Bessegato, Riccardo Zinna, Salvatore Landolina, Carlina Torta, Rei Ota. In «Casa di bambola» Muscato «trasferisce» i personaggi dal 1879 al 2007 portandoli sulla scena «con la loro miseria e inalterato dolore in un interno borghese spostato sull’ordinaria contemporaneità». Lo spettacolo, che ha per sottotitolo «L’altra Nora», si concentra proprio su questo personaggio che, a partire dal reale spunto dell'autore norvegese, il regista sceglie di disegnare affetto da una sorta di fragilità mentale. Nora – interpretata da Lunetta Savino - ha una personalità complessa, dalle tante sfaccettature. Tra queste, «il suo continuo, repentino cambiamento d'umore e le reazioni che questo suscita in chi gli sta vicino», aspetto su cui indaga la lettura di Leo Muscato.