Arcigay in piazza contro l’odio e la violenza sugli omosessuali

Partirà alle 21 da piazza San Marco e approderà in Campidoglio, domani, la fiaccolata organizzata dall’Arcigay per non dimenticare l’omicidio di Paolo Seganti, 35 anni, la comparsa tv, cattolico fervente, uccisa una settimana fa nel Pratone delle Valli a Montesacro. L a manifestazione vuole stigmatizzare il clima di odio e di violenza che troppo spesso si scatena contro gli omosessuali. Come avvenuto la sera di domenica 10 luglio quando Paolo, un ragazzo «buono e gentile» come lo hanno ricordato parenti e amicidurante le esequie di sabato scorso, è stato massacrato a colpi di roncola e sfigurato dalla lama dell’arma, da un assassino che ha infierito con brutalità sul corpo del poveretto. Un omicidio che ha sconvolto il quartiere-bene a nord di Roma. Qui, infatti, diverse persone quella sera avevano segnalato a 112 e 113 la presenza di un uomo nel parco che urlava in cerca di aiuto. Un gruppo di 5 ragazzi, forse, ha anche visto il killer scappare via. Ma il cadavere di Seganti è stato rinvenuto solo all’alba del giorno dopo. Proseguono le indagini della Mobile: un appuntamento finito in tragedia? Chi ha ucciso si è portato via le chiavi di casa e del motorino della vittima. Intanto, di omicidi gay a Roma si parlerà nel prossimo comitato provinciale per la sicurezza.