Ardea, uccide la moglie e si spara davanti ai figli

Un uomo di 62 anni, originario di Ancona, al
culmine dell’ennesima lite ha ucciso a colpi di pistola la
moglie, di 15 anni più giovane. I due si stavano separando. Subito dopo l'uomo ha rivolto l’arma contro
se stesso e si è ucciso davanti ai figli

Roma - Omicidio-suicidio ad Ardea, sul litorale romano. Un uomo di 62 anni, originario di Ancona, al culmine dell’ennesima lite ha ucciso a colpi di pistola la moglie, di 15 anni più giovane, poi ha rivolto l’arma contro se stesso e si è ucciso davanti ai figli.

Tragedia famigliare Tragedia familiare ad Ardea: al culmine di una lite un uomo ha ucciso a colpi di arma da fuco la moglie dalla quale si stava separando poi si è ucciso. Intorno alle 13 - spiegano i carabinieri che sono intervenuti - in un’abitazione di Ardea, in via Terni, un uomo, 62 anni, originario della provincia di Ancona, al culmine di una lite con la moglie, 47enne romana, ha impugnato un’arma da fuoco, tra le numerose che possedeva, tutte regolarmente denunciate e detenute, e ha esploso numerosi colpi contro la donna, uccidendola. Poi ha puntato l’arma contro di sé e ha sparato: è morto poco dopo. La coppia era in fase di separazione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di ardea e della compagnia di Anzio.